Gli e-commerce sono diventati estremamente interattivi negli ultimi anni, consentendo ai clienti di avere un coinvolgimento molto più profondo con i prodotti che sono disposti ad acquistare. Ciò rende un pò obsolete le tecnologie più comuni utilizzate per il monitoraggio e l’analisi del comportamento dei clienti, come Visualizzazioni di pagina e Webhook. SALESmanago introduce una nuova tecnologia chiamata Semantic Webhook che traduce il complesso comportamento del cliente in specifiche preferenze del cliente. I webhook semantici consentono agli operatori di e-commerce di definire un reale interesse dei clienti e la probabilità di acquistare determinati prodotti.

Semantic Webhook è un’idea che è venuta recentemente nel team di ricerca e sviluppo di SALESmanago e aiuta non solo a tenere traccia degli eventi del sito Web, ma ci consente di aggiungere un significato specifico a questi eventi. Questo alla fine ci aiuta a capire il comportamento dei clienti in un modo molto migliore. Konrad Pawlus, SALESmanago founder and CTO.

Perché abbiamo bisogno di qualcosa di più di una semplice visualizzazione di pagina o Webhook?

Una pageview o page view, abbreviata generalmente in PV e occasionalmente chiamata impression di pagina, è una richiesta per caricare un singolo file HTML di un sito Internet.

Un webhook è un metodo per aumentare o alterare il comportamento di una pagina Web o di un’applicazione con callback personalizzati.

Al giorno d’oggi assistiamo a un enorme spostamento verso le applicazioni a pagina singola e i siti Web che utilizzano pesantemente i framework JavaScript UX e HTML5 al fine di fornire un’esperienza utente più interattiva (Javascript è un modo per rendere dinamica la pagina Web).

I siti Web che offrono agli utenti un’esperienza di progettazione web interattiva superiore, in genere, hanno più traffico, una migliore fidelizzazione degli utenti e tassi di conversione più elevati rispetto ai siti Web con una scarsa esperienza interattiva. In altre parole, un sito Web interattivo ben progettato offre un’esperienza utente più significativa e coinvolgente.

Anche usando Webhooks non possiamo far fronte a complessi siti Web interattivi di e-commerce. Perché? Innanzitutto a causa della mancanza di una struttura adeguata, i dati Webhook nelle attuali soluzioni di Marketing Automation sono semplici, nella maggior parte dei casi è solo un pezzo di testo (una stringa, in una nomenclatura un pò più tecnica).

Cosa significa quindi un’esperienza utente più interattiva per la marketing automation e la profilazione degli utenti?

Diamo una rapida occhiata alla pagina di un prodotto ad esempio dello store online Walmart:

Come puoi vedere, l’interazione dell’utente con solo la prima parte della pagina del prodotto va ben oltre l’apertura. Nella foto sopra puoi vedere 11 punti di contatto in cui l’utente può ingrandire l’immagine del prodotto, leggere maggiori dettagli a riguardo, cambiare foto.

E non è tutto. Anche la foto è interattiva:

Spostando il mouse puoi vedere una parte ingrandita del prodotto. Ma c’è di più, l’utente può scorrere la pagina verso il basso e fare un tour interattivo del prodotto:

O anche leggere i manuali dei prodotti:

Perché è così importante?

Proviamo a immaginare le interazioni dell’utente che naviga nel sito di eCommerce online come quello di cui sopra. Nel classico approccio, vedresti nel profilo dei clienti dei prodotti che hanno appena visualizzato e magari quante volte lo hanno fatto. Questo approccio però ha dei limiti in quanto stai perdendo un’enorme quantità di informazioni sull’utente. Inoltre, stai facendo affidamento su dati non completamente precisi. Con il classico approccio Page View vedresti 3 mixer visitati dall’utente, ma qual è quello a cui l’utente è più interessato? Non lo sai. Devi misurare di più per rispondere a questa domanda. Certamente se l’utente controlla diverse foto di prodotti, legge maggiori dettagli a riguardo o si confronta con altri, il suo interesse è molto più alto rispetto al prodotto che apre e lascia senza interazioni aggiuntive.

La soluzione

SALESmanago guarda avanti e introduce un nuovo motore di monitoraggio riprogettato. La principale modifica è focalizzata sulle interazioni degli utenti con il sito Web anziché semplicemente monitorare le pagine visitate.

L’idea alla base della nuova soluzione di monitoraggio è quella di registrare le interazioni degli utenti con Javascript anziché riportare automaticamente solo le visualizzazioni di pagina, che è troppo limitato per i moderni siti Web per e-commerce.

In questo modo, ora possiamo reagire in modo più appropriato con l’automazione, creare profili molto più significativi e ricchi, ma ciò che è ancora più importante, possiamo costruire soluzioni di apprendimento automatico (machine learning) molto migliori perché i dati ora hanno un significato semantico!

Con tale nuovo monitoraggio stiamo introducendo report dettagliati sulle azioni dei clienti che potrebbero intraprendere sullo shop online. Ciò migliora la comprensione delle esigenze dei clienti e consente di creare profili e offerte molto più pertinenti.

L’implementazione di un nuovo monitoraggio è molto semplice e richiede solo competenze Javascript di base.

Conclusione

Secondo uno studio di Accenture, il 79% dei dirigenti aziendali concorda sul fatto che le aziende che non abbracciano i Big Data perderanno la loro posizione competitiva e potrebbero estinguersi. Ancora di più, l’83%, ha perseguito progetti di Big Data per ottenere un vantaggio competitivo.

In SALESmanago stiamo lavorando a molti progetti che portano il marketing e il ruolo del marketer a un livello superiore, cercando sempre di essere all’avanguardia del mercato e della concorrenza.

In un panorama così competitivo per gli e-commerce, non utilizzare il maggior numero possibile di dati sui tuoi clienti costituirà un “suicidio” per la tua attività. E noi possiamo aiutarti per evitarlo!

Se non vuoi perdere più ulteriori dati e vuoi davvero conoscere meglio il tuo cliente, richiedi una consulenza con uno Specialista di SALESmanago:

Clicca qui!