Come raggiungere in modo efficiente i tre principali gruppi relativi all’età nella società, ovvero Generazioni X, Y e Z? Trovare una risposta a questa domanda è una lotta per ogni marketer. Ognuno di questi gruppi ha diversi comportamenti, abitudini, modi nel cercare informazioni, canali di comunicazione preferiti. Quando si pianifica una strategia di marketing rivolta al pubblico scelto, è essenziale considerare le sue caratteristiche, preferenze e necessità. Proviamo a dare un’occhiata a ciascuna di queste generazioni e pensiamo a come pianificare una strategia di marketing per ottenere i risultati desiderati e attirare queste tipologie di pubblico.

Generazione X

Si ritiene che la Generazione X includa quelli nati tra il 1965 e il 1980. Le loro caratteristiche più comuni sono la dedizione al lavoro e alla carriera, ma anche responsabilità e valori familiari. Questa generazione utilizza la tecnologia più frequentemente e comodamente dei Baby Boomers, ma ne ha bisogno soprattutto per lavoro e quindi può tranquillamente “vivere” senza internet e social media. Sebbene la Generazione X cresca prima dell’ascesa dell’Ecommerce, lo shopping online diventa una delle loro attività preferite su internet.

Come raggiungere la Generazione X?

  • Email Marketing. È il canale di comunicazione preferito per circa l’80% della Generazione X! Lo usano tutto il tempo al lavoro, rimangono in contatto con familiari e amici e reagiscono positivamente alle e-mail inviate dai vari brand.
  • Coupon. Per questa fascia di età il risparmio di denaro è di grande importanza, quindi sono molto contenti se ottengono codici promozionali. Fino all’85% di loro ammette che il loro ultimo acquisto è stato influenzato da un coupon ricevuto.
  • Programmi di Fidelizzazione. Anche se la Generazione X non è fedele come i predecessori, Baby Boomers, la stragrande maggioranza di loro (88,6%) utilizza programmi di fidelizzazione che consentono loro di bilanciare i loro budget.
  • Facebook Marketing. È la piattaforma dei social media preferita della Gen X, dove cercano intrattenimento e contenuti divertenti. I post coinvolgenti sulle fanpage dei brand rendono più forte la loro relazione con i clienti della Gen X.

Generazione Y: I Millennial

Nati negli anni ’80 e ’90. Le tecnologie digitali sono parte integrante della realtà per loro, poiché la usano senza intoppi per semplificare la loro vita e trovare intrattenimento.

Ci sono molti miti sui Millennial. I media tradizionali li descrivono molto spesso come aventi diritto, viziati. Ciò che conta per loro è “essere” e non “avere”: la qualità della vita e le esperienze per loro contano di più rispetto alla necessità di compiere acquisti e mettere il lavoro prima di ogni altra cosa.

Il loro rifiuto di un consumismo sfrenato è una sfida per i marchi che dovrebbero trovare qualcosa di più persuasivo nella loro comunicazione rispetto al bisogno di beni materiali.

Come raggiungiamo la Generazione Y?

  • I millennial hanno un debole per i marchi che offrono un valore aggiunto, ad esempio il supporto alla beneficenza o la costruzione di principi degni su cui si basa il modello organizzativo. Lo storytelling o la creazione di un’ambientazione seducente attorno al marchio, come una filosofia o uno stile di vita che rappresenta, possono essere le strategie che possono attirare l’attenzione dei Millennial.
  • Social Media. La Generazione Y utilizza con impazienza questo canale per comunicare con i brand, quindi vale la pena utilizzarlo non solo nel marketing, ma anche nel servizio clienti. Questo è il motivo per cui i Bot sono utili, ad esempio la Sales Chat automatica di SALESmanago che puoi connettere facilmente con Messenger della tua azienda.
  • Partecipazione alle azioni di un marchio e al Contenuto generato dall’utente. I Millennial amano creare e amano la sensazione di far parte di una comunità. Ecco perché partecipano con entusiasmo alle attività e ai concorsi organizzati dai marchi (soprattutto se sono in linea con i loro valori) o utilizzano gli hashtag relativi alle loro aziende preferite, ecc.
  • Real-time Marketing. La Generazione Y apprezza l’improvvisazione e uno stile informale della comunicazione del brand. Questo è il motivo per cui così tanti esempi di marketing in tempo reale utilizzati dalle aziende diventano virali. Non esiste una ricetta per un virale perfetto: avrai sicuramente bisogno di fortuna per cogliere l’opportunità e progettare un qualcosa di coinvolgente.

Generazione Z

È La generazione più giovane che include quelli nati dalla fine degli anni ’90. Fin dalla prima infanzia, vivono tra gli schermi: laptop, smartphone, tablet. Sono immersi nel mondo digitale e non possono immaginare la vita senza internet, social media e gadget tecnologici. Inoltre, i membri di questa fascia d’età sono concentrati su se stessi e si aspettano di ottenere subito quello che vogliono.

Come raggiungere la Generazione Z?

  • Personalizzazione. Singoli messaggi one-to-one e la consegna esatta di ciò di cui hanno bisogno è la chiave per ogni cuore della Gen Z. Le raccomandazioni sui prodotti in base alle loro preferenze, alla cronologia degli acquisti e delle visite sono una soluzione perfetta.
  • Nuove piattaforme di Social Media. Facebook e Twitter non sono più i più popolari tra i giovani. Recenti indagini mostrano che solo la metà degli adolescenti americani usa Facebook. I social media basati su contenuti visivi come YouTube, Snapchat e Instagram stanno diventando sempre più popolari.
  • Influencer marketing. Questa generazione apprezza davvero l’autenticità e si fida più delle raccomandazioni dei blogger e youtuber che della pubblicità delle aziende. I membri della Gen Z si identificano con influencer che rappresentano uno stile di vita, hobby o valori simili, quindi sono più propensi ad acquistare un prodotto promosso da questi ideatori.

Consigli utili

  • Crea segmenti del tuo pubblico in base alla generazione a cui appartengono. Una piattaforma di Marketing Automation ti aiuterà nella segmentazione del tuo database di contatti. Usa la conoscenza delle preferenze e delle abitudini di ogni generazione per decidere quale tipo di messaggio sul tuo brand è adatto per un gruppo specifico.
  • Tutte e tre le generazioni sono presenti sui social media, ma la usano in modi diversi e con intensità diversa. Non raggrupparle tutte insieme! La caratteristica principale degli annunci sui social media è che offrono molte opzioni di targeting. Un ottimo esempio è rappresentato dalle Custom Audiences di Facebook che possono anche utilizzare i dati di SALESmanago grazie all’integrazione con Facebook Ads.
  • La tua strategia di marketing per il tuo brand dovrebbe sfruttare senza problemi i canali di distribuzione. Se ti limiti ad attività solo su Facebook, allora non raggiungerai la metà della Gen Z che spesso non ha un account su questa piattaforma. Non puoi permetterti di perderti questo pubblico in crescita ma adotta un approccio di marketing omnicanale, ovvero una comunicazione integrata in una moltitudine di canali.

Se vuoi saperne di più, prenota una consulenza gratuita con uno Specialista di SALESmanago

Clicca qui!